Son soddisfazioni…

… quelle di trovarsi, pur se solo per qualche giorno, in una sottocategoria (epic) del genere fantasy, nella parte alta della classifica dei libri più vendutu (a pagamento) su Amazon!
Eppure, per una concatenazioni di eventi, allineamenti astrali inusuali e marketing sfacciatamente brutale (tipo coltello alla gola), essere arrivato al #22 posto della classifica è stata un’emozione davvero bella!
Ricordo a tutti che la promozione scade sabato 18 aprile (del 2020, giusto per chiarezza) e che trovate tutti i dettagli nell’articolo Leggi che ti passa.

Risale a qualche giorno fa, è durato poche ore, ma è stato un bel traguado!

Dopo essermi dedicato a questo preambolo sfacciatamente vanesio, perché forse un po’ lo sono (sì, solo un po’: certo, certo…), ma non importandomene niente se a qualcuno la cosa non sarà gradita, passiamo a trattare di ben altre questioni, come della cara, vecchia Mery, che è là che ci aspetta davanti a casa e pare sia in vena di raccontarci ancora qualcosa, sempre che glielo si chieda con gentilezza.

Dopo pranzo, Mery stava spazzando il pavimento della sua umile casa con una vecchia ramazza di saggina e suo marito uscì passandole accanto «Dove te ne stai andando?», ma suo marito borbottò qualcosa senza nemmeno voltarsi «Non tornare ubriaco, o questo manico te lo spacco sulla schiena, vecchio caprone che non sei altro…»
L’uomo si incamminò verso il centro di Arielnor, dove c’era la locanda del Boccale Scheggiato, chiamato così da quando, anni prima, l’insegna su cui era disegnato, per l’appunto, un boccale di birra, era caduto per una raffica di vento e si era spezzata proprio in prossimità del bordo dell’immagine.
Il gruppo di marmocchi, che aveva seguito i movimenti dell’anziano finché era sparito dentro la taverna, si affrettò a correre alla casa di Mery Brufor, intenta ora a togliere delle ragnatele dagli angoli della finestra.
«Signora Brufor, sigrora Brufor: ci raccontate una storia?» era di nuovo la piccola Geldias che si era fatta avanti, spintonata dagli altri, sempre con l’unico incisivo ben in mostra «Per… per favore!»
L’anziana si girò con movimenti lenti, appoggiandosi alla scopa «Ma non avete niente di meglio da fare, voialtri pischelli, che torturare una povera vecchia?»
I ragazzini si fecero avanti, mostrando le loro espressioni imploranti e circondandola con una cacofonia di «La preghiamo» e «Solo una», frammisti a tanti «Vi prego» e «Faremo i bravi».
Mery sbuffò e scosse la testa «E va bene, va bene…» poi, girandosi per entrare, mormorò «Maledetto il giorno in cui vi ho accontentati la prima volta.» si accomodò sulla panca mentre il suo pubblico prendeva posto sul pavimento davanti a lei «Conoscete quella del rettore dell’Accademia?»
Le bocche dei bambini si socchiusero, lasciando uscire un «Nooooo…» accompagnato dalle teste che si muovevano da un lato all’altro.
«Allora dovete sapere che…»

Alyn Llen, buona lettura!

Il rettore Llen – Madame De Fer by GerryArthur (DeviantArt)

44 pensieri su “Son soddisfazioni…

    1. Grazie Federico! Sì, l’effetto è stato da “OMG!”, però è già calato.
      Comunque si tratta di pochi pezzi, quindi è molto volubile come numero, ma almeno mi sono affacciato alla vetta (di una sottocategoria).
      Per la copertina hai ragione: il disegnatore ha avuto pochissimo tempo, ma l’intuizione giusta. Ora, per il prossimo, mi sono mosso con largo anticipo (sempre con lui) e a breve mi aspetto di vedere qualche bozza, che magari pubblicherò.
      Però ci sa fare e quando è andato col suo lavoro al Lucca Comics&Games in molti si sono complimentati e hanno voluto i suoi contatti. 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.