Domande e risposte

Poiché il pubblico di WorldOfSphaera si è fatto più numeroso e qualcuno potrebbe non aver ben chiaro cosa sia questo posto o cosa sia Sphaera, sul perché si scrivano tanti articoli e racconti e tutte le altre domande che possono sorgere spontanee, vorrei offrire una panoramica su di me e su questo contenitore, che ho modellato per vuotarci dentro parte di quello che sono.

L’idea di questo approfondimento nasce da una catena un’iniziziativa di altri blogger, ma essendo io un rompiscatole come pochi (qualcuno l’aveva notato, per caso?), vi informo non sono solito partecipare a questo genere di attività e quindi ho deciso di gestire diversamente l’idea (che risultava comunque interessante interessante), ringraziando chi mi ha menzionato, vale a dire Raffa: se non la conoscente, fatele una visita; vi anticipo che è una gran persona e potete trovare alcuni suoi racconti (in attesa di altri, lo sa bene) nella sezione Stories.
Alle sue domande, poi, se ne sono aggiunte altre, quando anche Elena e Laura hanno risposto, perciò ho messo anche le loro (quelle non già previste o ripetitive) nell’elenco. Resta valido l’invito a far visita anche alle due sorelle dal racconto facile (che sono invitate a condividere, se lo desiderano).

Partiamo col dire che alcune domande (e relative risposte) le potete trovare da queste parti:
FAQ (no, non è una pagina di insulti…)
Question Time (nei commenti trovate alcune delle domande… e aggiungetene pure altre, se volete)
Question Time (Risposte) (che è stato e verrà aggiornato in caso di altre curiostià a cui dar riscontro)

Ecco invece l’elenco di cui vi dicevo poc’anzi:

  1. Da quanto hai cominciato a scrivere sul blog?
    In realtà da poco: il sito era stato pensato fin da inizio 2019, ma l’ho aperto solo a settembre; da allora mi sono parecchio appassionato e, a quanto pare, inizia a piacere anche a qualcun altro. Ovviamente mi fa piacere, ma questo significa anche maggior impegno e dedizione per fare le cose per bene.
  2. Quale genere di lettore vorresti che ti seguisse?
    Beh, avere un pubblico costituito esclusivamente da adoranti lettori sarebbe… noioso: dopo il primo periodo in cui senz’altro gongolerei, perderei l’entusiasmo perché se non c’è un confronto, un contraddittorio, uno scambio di opinioni, sentirsi dire sempre le stesse cose mi farebbe disinnamorare.
    Questo spazio è nato per chi ama il fantasy, affinché possa trovarsi a proprio agio, così da poter fornire spunti di comune interesse, ma diciamo che col tempo è stato ripensato, più in generale, anche per chi ama leggere e per coloro che si dilettano a scrivere, un po’ come faccio io: vorrei che queste persone potessero trovare qui un ambiente accogliente e dove sentirsi a proprio agio.
  3. Quale genere di blog segui di solito?
    Inizialmente seguivo quasi esclusivamente blogger che si occupano di recensioni, ma ora sono di più larghe vedute; prediligo, però, chi è originale e interessante… ovviamente è una cosa soggettiva, quindi non riesco a dire questo sì o questo no a una prima occhiata, ma solo dando una scorsa a quel che pubblica e come si pone. Cerco costantemente di guardarmi attorno per ampliare i miei orizzonti perché se c’è una cosa che so è che c’è sempre da imparare.
  4. Di chi o di cosa non parleresti mai sul tuo blog?
    Non voglio occuparmi di attualità, di politica e di tutto quello che esula dall’ambiente che ho cercato di plasmare. Se inizialmente volevo parlare solo di Sphaera e dei suoi libri e personaggi, col tempo ho allargato il raggio d’azione e mi fa piacere che adesso vengano accolti racconti di altri autori oltre a me. Anche se non sono fantasy, van bene lo stesso. Ho scritto anch’io cose non inerenti all’ambientazione che dà il nome al sito. Magari un giorno ci sarà una sezione dedicata alle poesie, o alle canzoni (MINI-innocuo-spoiler: nel secondo libro c’è spazio anche per i bardi, quindi…) e magari una apposita per le illustrazioni. Il tutto, però, che abbia una logica all’interno della struttura di questo sito, altrimenti sarebbe solo un’accozzaglia di contenuti e questo non mi va. Non in questo ambiente, intendo.
  5. Qual è la tua miglior qualità?
    Chi ha detto che abbia delle qualità? Sì, ok, forse qualcuna ce l’ho anch’io… ben nascosta però. Ma non voglio essere io a svelarla, altrimenti che gusto c’è?
  6. Qual è il tuo peggior difetto? (Puoi anche non averne)
    Eh, qui invece si passano gli anni a volerli elencare e farne una classifica: diciamo che con i miei difetti ho imparato a conviverci, cercando di attenuarli il più possibile, ma li reputo parte di me, perciò non ci faccio nemmeno troppo caso. Posso però affermare che una volta ero molto più permaloso e pronto all’ira, per fare due nomi. Ne volete altri? Ok. Sono pignolo, anche se in attenuazione, e quando mi ci metto, divento un vero rompiscatole: no, questo non mi riesce proprio di attenuarlo, sorry…
  7. Quale difetto non sopporti negli altri?
    L’ipocrisia mal la sopporto, ma riconoscere quando uno è ipocrita o se invece cerca solo di essere accomodante è un bel problema, soprattutto se la persona non si conosce abbastanza: di solito subendra dapprima la rabbia, che sbolle in fretta, sostituita dalla tristezza, che porta alla riflessione su quanto ho letto/visto/sentito e poi una rielaborazione con una spiegazione razionale di quanto è capitato… e spesso una nuova prospettiva con cui guardare la persona. Sarà stata solo ipocrisia o è una mia lettura? Nel dubbio, se con la persona ho un rapporto diretto, chiedo.
  8. Quale qualità apprezzi maggiormente negli altri?
    Mi verrebbe da dire la schiettezza, ma non ne sono così sicuro. Magari l’arguzia, quando viene utilizzata per far riflettere, anziché per umiliare.
  9. Se potessi esprimere un solo desiderio, cosa chiederesti? (La pace nel mondo è esclusa, non siamo a Miss Italia)
    La pace dei sensi. No, quella a volte la raggiungo, ma poi me ne vado da quel luogo ameno e incasino tutto.
    Che la gente imparasse a pensare prima di parlare, ma visto che spesso me ne dimentico pure io, come posso essere così ipocrita da volerlo dagli altri?
  10. Qual è la cosa più bella che ti è mai capitata? (Niente risposte vietate ai minori, please)
    Direi la famiglia (quella è capitata, non c’è niente da fare) e gli amici (quelli, invece, li ho scelti… o quantomeno ho deciso che lo fossero). Sembra banale, ma sono stati loro a essermi vicini nei momenti di difficoltà, perciò perché mai dovrei rispondere altro?
  11. Di cosa parli, principalmente, nei tuoi articoli?
    Di fantasy, ma anche di me. Alle volte, poi, non è che siano così distanti come argomenti…
  12. Qual è il tuo film preferito?
    Ne parlavo con Raffa qualche giorno fa e un tempo avrei risposto L’attimo fuggente. Ora non saprei: ce ne sono tanti che mi piacciono e tanti che fanno riflettere. Ok, ne dico uno tra i tanti Braveheart: dalla colonna sonora alla storia, qualcosa di grande!
  13. Un libro che bisogna aver letto almeno una volta nella vita?
    Stupirà sentirselo dire, ma non è un fantasy: dico Dune di Frank Herbert. Un libro dalla profondità descrittiva e immaginativa davvero superiore.
  14. La tua giornata ideale?
    Alzarmi (presto, ormai sono abituato così), mettermi a leggere o a scrivere, pensare a qualcosa di buono per il pranzo. Ripetere quello della mattina e pensare alla cena. Poi uscire con gli amici a bermi una buona birra. Ovviamente, essendo una giornata ideale, il lavoro non era previsto… sempre che nel frattempo non sia diventato uno scrittore che fa quello per vivere, allora sarebbe la vita ideale.
    Aspettate: se è rimasto qualche momento tra una cosa e l’altra, una paio di scatti con la macchina fotografica non guastano.
  15. Hai animali?
    No, ma ho un cane in dog-sharing: la condivisione è molto presente nella mia vita, così come nel blog. E lei si chiama Briciola (la trovate in un paio di scatti qui).
  16. Cosa desideri di più dalla vita?
    Avere accanto delle persone con cui star bene. Farmi una famiglia.
  17. Sei soddisfatto delle scelte fatte fino ad oggi?
    No, ma ormai le ho fatte e ci convivo. Se potessi tornare indietro, certe cose non le rifarei, ma per fortuna non mi è consentito farlo, perciò meglio così: chissà cosa sarei potuto diventare… Magari una persona anche peggiore di quanto sia ora.
  18. Quale di queste domande ti è sembrata più difficile?
    Se avessi dovuto rispondere a una persona guardandola negli occhi, probabilmente tutte, dalla prima all’ultima, ma il fatto di scriverle, invece, mi viene molto più facile e quindi non è stato troppo complicato, a parte il fatto di dover trovare le parole giuste e non quelle più belle.
    Però la 16 è stata tosta!

Che ne dite? Se avete altre informazioni da chiedere, domande da fare, curiosità da scoprire, beh: io sono qui!

47 pensieri su “Domande e risposte

  1. Grazie per aver risposto, e sono felice che tu abbia incluso anche le domande di Elena e Laura perchè meritavano attenzione. Sono d’accordo su Braveheart, che è un gran film, e mi piace la tua giornata ideale. D’accordo anche sull’odiare l’ipocrisia. Se mi permetti, visto che tu non l’hai detto, penso che le tua qualità migliore siano la semplicità e la schiettezza: sei esattamente come appari, ed è una gran dote, secondo me, in mezzo a tante persone che fingono di essere quello che non sono. D’accordo anche sulla famiglia: è tutto nella vita.

    Piace a 2 people

  2. Stavo pensando, no, visto che Sphaera è un mondo fantasy e questa piattaforma simula la vita, è appunto una virtual life, potresti rendere il progetto più attivo e interattivo. Facendoti aiutare da chi ci sa fare di ‘ste cose, dare la possibilità ai tuoi followers di iscriversi scegliendo un avatar fantasy, che ne so ne fai una rosa dai più bei classici del genere. in seguito, realizzare delle “rooms” a tema in cui secondo un canovaccio, mettere in atto proprio un gioco di ruolo virtuale.

    Io scegierei senza dubbio alcuno Arwen. 🙂

    Piace a 2 people

    1. Beh, di sicuro l’idea è interessante e una volta partecipavo a un gioco simile, in cui ognuno interpretava un personaggio e si interagiva via chat. Si chiamava, anzi, esiste ancora, si chiama ExtremeLot.

      Per fare l’iscrizione al sito, però serve avere un account Business… e per fare quel che dici tu, oltre a una notevole quantità di gente attiva, anche qualcuno bravo (e solitamente costoso).
      Non nego che sarebbe molto carino, ma dovrebbe, per questioni di copyright, essere ambientato a Sphaera, quindi mi sa che di Arwen non ce ne sono! 😛

      Però ti ringrazio per l’idea e, se sarà fattibile e gestibile, perché no? Magari anche in formula differente dalle rooms delle chat, per aver un diretto controllo… Se ti viene in mente qualcosa di attinente per la realizzazione, si può sempre valutare. 🙂

      Piace a 1 persona

  3. Vabbè lo ammetto, sono curiosa e sono saltata un attimo a leggere le altre domande per saperne di più…
    Anch’io adoro la condivisione e anche se mi piace scrivere e vado letteralmente in “brodo di giuggiole” quando mi leggono, amo ancor di più lo scambio di idee… ecco perché è nato: Leggimiscrivimi 😉
    L’ipocrisia non piace nemmeno a me, il finto accondiscendimento di solito lo sgamo subito e magari decido di ignorarlo, perché io odio lo scontro, non mi piace la lite o le discussioni se non per cose veramente importanti… quindi spesso mi lascio scivolare via la cosa, senza dargli troppa importanza. Qualcuno mi giudica per questo, per voler vedere sempre il buono nell’altro o per il fatto di trovare sempre una giustificazione nell’altrui atteggiamento… ma che ci vuoi fare a me viene di essere così e sono stufa di giustificarmi.
    Il rispetto e l’onestà, sono il mio ideale!
    ciao ^_^

    Piace a 1 persona

    1. Beh, una bella “confessione” e il fatto che tu la faccia a me, che ci conosciamo da poco, mi fa pensare che forse qualcosa di me ti è piaciuto e questo mi fa essere fiero.
      Però la tua risposta è una risposta ponderata e intelligente (cosa non da tutti) e condivido anche il tuo metodo molte volte. Però capita che la rabbia esploda e mi tocca scrivere per placarla! 😉

      Piace a 1 persona

      1. beh certo non sono mica una santa… anch’io mi arrabbio, ma solo con chi è davvero importante, con chi ne vale la pena 😉
        ps: per la confessione… Sì, diciamo che con alcune persone si ha subito sintonia… e poi io sono sempre stata troppo trasparente O_O mi rimproverano sempre per questo!

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.