A Claudia

Luce per occhi travagliati dal pianto
che brilla di stelle e nivea luna,
sul mare di gente, tale a un bel manto
di seta preziosa come nessuna.

Voce da bocca che pare bel canto
ad uomini usi alla poca fortuna,
nell’aere sente l’orecchio stanco
suon di sirena in fatata laguna.

L’animo cangia da triste a sereno
e infonde nei cuori una vita nuova,
sanando ferite che abbiamo da anni.

Ritornano presto i soliti affanni
la sola presenza a volte non giova,
ma viver così è pur dolce veleno.

Alessandro Gianesini

Antonello Venditti – Notte prima degli esami

Rimembranze di una vita fa: correva l’anno 1997 e si tratta di un innamoramento immaturo prima della maturità.

In copertina: il sottoscritto a… Barcellona!
Lo so, sembra Beirut, ma vi assicuro che si stratta proprio della città catalana (c’è un altro sonetto intitolato proprio “Barcellona”, ma è piuttosto insipido – non che questo sia chissà che cosa…) e in cui mi sono innamorato della suddetta pulzella. Pulzella che ovviamente non contraccambiò.
E io, da buon pirla, avevo anche lasciato la ragazza che avevo allora per provarci con lei…
Da un certo punto di vista meglio così, perché la ex mi rivelò che si stava vedendo con un altro. Ah, la perduta giovinezza, con tutti i suoi affanni e saliscendi amorosi!

93 pensieri su “A Claudia

      1. E’ successo a tutti, almeno una volta. Ho letto sul blog, non ricordo dove, di una che ha sofferto per amore, nonostante fosse corteggiatissima. Da tutti tranne da chi le interessava…

        Piace a 2 people

  1. Via, se si arriva a lasciare una ragazza pensando ad un’altra vuol dire che comunque la storia è già finita, magari anche da un pezzo…
    Comunque, mai provato simpatia per le persone di nome “Claudia” e ogni volta che qualcuno me ne parla non fa altro che confermarmi questa sensazione. (Sarà che ho un ex che mi ha lasciata per una Claudia, un tot di tempo fa)

    Piace a 1 persona

  2. Claudia non è nata per te, avrebbe detto mia nonna, con la sua convinzione che ognuno di noi nasce predestinato a qualcun altro. Bel sonetto, Claudia ne era a conoscenza? Dal finale suppongo di no, peccato, magari ne avrebbe subito il fascino 😉

    Piace a 1 persona

    1. Vero? Non l’ho coniata io l’espressione “Sembra Beirut”, però calza a pennello visto il panorama da bombardamento. E penso fossimo sulla terrazza di un palazzo di Gaudì (giusto per dire).

      Comunque dai, siamo ancora qui a parlarne, quindi c’è del buono! 😀

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.